PNEUMATICI

Gli pneumatici, componente chiave nella sicurezza e nel comfort di marcia del veicolo, devono garantire sempre la tenuta e la direzionalità in ogni condizione di guida e climatica.

La loro integrità e lo stato d’usura contribuiscono al buon funzionamento della tua Land Rover, perché trasferiscono tutta la potenza sulla strada e off-road.

Tutti gli pneumatici installati dalla fabbrica garantiscono un perfetto equilibrio tra prestazione, sicurezza, maneggevolezza, comfort di marcia, usura e consumo di carburante ed è importante che vengano sostituiti con altri progettati per le prestazioni dell’auto con struttura e mescola specifica adatta alla stagione, per mantenere sempre la perfetta sintonia di guida ed il livello adeguato di sicurezza in funzione del fondo stradale.

Gli pneumatici invernali aiutano a mantenere il massimo delle performance in condizioni di bagnato, neve, ghiaccio e fango perché sono sviluppati con una particolare mescola che offre il meglio delle prestazioni già al di sotto dei 7 °C, aumentando la trazione e riducendo lo spazio di frenata e un disegno del battistrada che grazie a piccole scanalature laterali per una rapida dispersione dell’acqua, permette un grip eccellente su neve e ghiaccio.

Se sei interessato all’acquisto degli pneumatici invernali o estivi per la tua Land Rover, contatta prima il tuo riparatore autorizzato che sarà lieto di consigliarti le gomme più adatte al tuo veicolo e alle tue esigenze di guida.

Qui trovi informazioni utili sugli pneumatici in genere e il vantaggio di adottare pneumatici invernali specifici nella stagione fredda oltre ad alcuni consigli.

Per maggiori informazioni, rivolgiti al tuo concessionario/riparatore autorizzato di fiducia o visita il sito: www.ownerinfo.landrover.com.

MARCATURA DELLO PNEUMATICO

  • P indica che si tratta di uno pneumatico per autovetture. L’indice non è sempre indicato.
  • La larghezza dello pneumatico, da un bordo all’altro della parete laterale, in mm.
  • Il rapporto di aspetto, detto anche profilo, indica il rapporto in percentuale tra l’altezza della parete laterale e la larghezza del battistrada. Ad esempio, se la larghezza del battistrada è pari a 205 mm e il rapporto di aspetto è 50, l’altezza della parete laterale sarà di 102 mm.
  • R indica che si tratta di uno pneumatico a tela radiale.
  • Il diametro del cerchione è espresso in pollici.
  • L’indice di carico per lo pneumatico.
    L’indice di carico e la velocità nominale su tutti gli pneumatici di ricambio devono essere conformi, come minimo, alla specifica della dotazione originale del produttore fornita con il veicolo, tranne che per gli pneumatici invernali, fuoristrada e pneumatici per fuoristrada di tipo professionale approvati. In caso di dubbi, rivolgersi a un concessionario/riparatore autorizzato e vedere più avanti ala sezione pneumatici invernali le possibili eccezioni.
  • La velocità nominale denota la velocità massima alla quale lo pneumatico può essere utilizzato per periodi prolungati.
  • Dati di produzione standard dello pneumatico, che possono essere usati per eventuali richiami degli pneumatici o per altri processi di controllo. La maggior parte di questi dati si riferisce al produttore, al luogo di produzione, ecc. Gli ultimi quattro numeri indicano la data di produzione. Ad esempio, il numero 3106 indica che lo pneumatico è stato fabbricato la 31ª settimana del 2006.
  • M+S o M/S indica che si tratta di uno pneumatico di tipo idoneo all›uso con neve e fango. Questo punto è approfondito nella sezione Pneumatici Invernali in questa stessa pagina.
  • Il numero di tele, nell’area del battistrada e nella parete laterale: indica il numero di strati di materiale gommato che compongono la struttura dello pneumatico. Sono fornite informazioni anche sul tipo di materiale usato.
  • Indicatore di usura: uno pneumatico che indica 400, ad esempio, durerà più a lungo rispetto a uno pneumatico che indica 200.
  • L’indice di trazione indica le prestazioni di frenata dello pneumatico su un fondo stradale bagnato. Quanto maggiore è l’indice, tanto migliori sono le prestazioni di frenata. Gli indici dal più alto al più basso sono: AA, A, B e C.
    L’indice di trazione assegnato allo pneumatico si basa sui test di trazione in frenata rettilinea e non include l’accelerazione, la marcia in curva, l’hydroplaning o la trazione di picco.
  • Carico massimo trasportabile dallo pneumatico.
  • Indice di resistenza al calore: gli indici di resistenza al calore degli pneumatici sono A, B o C, dove A corrisponde alla massima resistenza al calore. L'indice si riferisce a uno pneumatico gonfiato alla pressione corretta e utilizzato entro i limiti di velocità e di carico corrispondenti.
  • La pressione massima di gonfiaggio dello pneumatico. La pressione massima di gonfiaggio non deve essere usata per la guida normale. ssione massima di gonfiaggio dello pneumatico. La pressione massima di gonfiaggio non deve essere usata per la guida normale.
UTILIZZO DI PNEUMATICI INVERNALI

Gli pneumatici M+S (fango e neve) offrono un buon livello di prestazioni durante la stagione fredda. Le lettere M+S riportate sulla parete laterale dello pneumatico indicano uno pneumatico per tutte le stagioni, progettato per essere usato tutto l’anno, anche in presenza di basse temperature, neve e ghiaccio. Tuttavia non si tratta di pneumatici specifici per l’uso in inverno che sono invece pneumatici con mescole adatte a mantenere una buona elasticità anche a basse temperature (già da temperature inferiori ai 7° C) e con un disegno del battistrada più specialistico e appositi tasselli e lamelle.

In sostanza gli pneumatici marcati M+S rappresentano delle gomme di compromesso. Anche se nell’immaginario collettivo la sigla rimanda a gomme che possono essere considerate invernali, nella pratica la marcatura M+S può essere applicata dai produttori di pneumatici liberamente, poiché la legislazione non impone prove che certifichino l’effettiva resa della gomma nella stagione fredda. O meglio: la capacità di garantire motricità su fondi a bassa aderenza.

Si tratta sostanzialmente di gomme destinate all’uso quattro stagioni e con più tipologie di fondo stradale.

Se prevedete un uso della vostra Land Rover per viaggiare in montagna o con climi molto rigidi e se desiderate avere un livello di sicurezza maggiore nell’affrontare il ghiaccio e tutti gli imprevisti che la stagione più fredda può presentare, è bene ricorrere al montaggio di pneumatici che rispettivo i requisiti per essere marcati con il 3Pmsf. Il particolare disegno, generalmente direzionale, del battistrada favorisce il drenaggio dell’acqua sui fondi umidi e bagnati contribuendo a ridurre il pericolo dell’aquaplaning.

Questo simbolo identifica gli pneumatici invernali veri e propri, da utilizzare se è richiesta una trazione ottimale o se il veicolo deve essere utilizzato nelle condizioni più estreme. La norma Unece R117 (rev3), fissa i parametri che le gomme devono soddisfare per ottenere il “fiocco di neve”. In particolare, devono frenare sulla neve in spazi più brevi di almeno il 7% o, in alternativa, accelerare il 10% più rapidamente rispetto allo pneumatico standard di riferimento per le prove.

Per i veicoli che adottano sezioni più larghe e che generalmente si trovano più a disagio sulla neve, è preferibile utilizzare gli pneumatici con il “fiocco di neve” e non gli pneumatici quattro stagioni con la sola marcatura M+S.

Se presenti sulla carta di circolazione misure di pneumatici alternativi con larghezza e diametro inferiore è consigliabile adottare un secondo treno di cerchi + gomme specifico per l’ inverno che comunque abbiano sempre il codice di carico e velocità approvato dal costruttore del veicolo e riportato sulla carta di circolazione, tra le misure in alternativa.

Nota: Se si dovessero equipaggiare i veicoli con Sistema di Controllo di Pressione degli Pneumatici con un secondo treno di cerchi+gomme con valvole in gomma di tipo standard, la spia del sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici (TPMS) lampeggia per 75 secondi, per poi rimanere accesa fissa. Nel centro messaggi viene visualizzato GUASTO SIST. MONITOR. PRESS. PNEUM. Quando verranno rimontate le ruote e gli pneumatici originali, sarà necessario guidare il veicolo per un breve tragitto per reimpostare il sistema TPMS e spegnere la spia.

PNEUMATICI DA NEVE E NORMATIVA

L’argomento pneumatici invernali necessita di un approfondimento specifico sia per il fattore sicurezza sia per il rispetto delle norme del Codice della strada.

Per l’impiego stagionale è possibile scegliere una gomma invernale con marchiatura M+S o M+S e 3Pmsf anche con un codice di velocità inferiore a quello delle coperture estive, purché pari almeno a Q (160 km/h).

Per essere in regola con il CdS deve essere applicata una etichetta a favore del guidatore che indichi questa limitazione o deve essere impostato l’avviso di superamento del limite di velocità. Non basta, per “impiego stagionale” s’intende quello fissato dalla direttiva sulla circolazione stradale nel periodo invernale, 15 novembre - 15 aprile.

Di conseguenza - considerando anche il periodo di tolleranza concesso - a partire dal 16 maggio e sino al 14 ottobre non è consentita la circolazione con pneumatici M+S e/o specifici invernali M+S e 3Pmsf con codici di velocità inferiori a quelli riportati nella carta di circolazione. In caso di controllo l’infrazione comporta una multa di 419,00 euro, il ritiro della carta di circolazione e l’obbligo di collaudo del veicolo con gli pneumatici corretti.

Al contrario è ammesso l’impiego in estate degli pneumatici invernali, o quattro stagioni, a patto di avere un codice di velocità uguale o superiore a quello indicato nella carta di circolazione.

UTILIZZO DI CATENE DA NEVE

Catene da neve approvate dal produttore del veicolo possono essere utilizzate per migliorare la trazione su fondo stradale compatto, in caso di abbondanti nevicate. Non devono essere utilizzate per la guida fuoristrada in assenza di neve compatta.

AVVERTENZE
Quando si utilizzano le catene da neve, è necessario disinserire il controllo dinamico della stabilità (DSC) e non superare mai i 50 km/h (30 mph).

Per tutte le informazioni relative alle catene approvate e alla modalità di installazione rivolgiti al Concessionario o Riparatore Autorizzato Land Rover di fiducia che saprà consigliarti la dotazione corretta per il tuo veicolo.

CONSIGLI UTILI

Come evitare l’appiattimento o deformazione
In aree con temperature esterne elevate per periodi prolungati, le pareti laterali degli pneumatici del veicolo possono diventare più cedevoli. Se il veicolo rimane fermo per lunghi periodi, può verificarsi una leggera deformazione degli pneumatici in corrispondenza del punto di appoggio. La deformazione degli pneumatici appena descritta è nota come appiattimento.
L’appiattimento è un normale comportamento degli pneumatici. Al momento in cui si andrà a guidare il veicolo, si potrebbero tuttavia avvertire delle vibrazioni dovute ad esso. La condizione migliora regolarmente percorrendo alcuni chilometri.
Per ridurre al minimo i fenomeni di appiattimento degli pneumatici se il veicolo deve rimanere fermo per lunghi periodi è necessario aumentare la pressione degli pneumatici al massimo, come indicato sulla parete laterale dello pneumatico. Prima della guida, riportare gli pneumatici alla pressione di esercizio specificata. Non superare la pressione massima indicata sulla parete laterale dello pneumatico.

Degradazione
Con il passare del tempo, gli pneumatici si degradano a causa degli effetti dei raggi ultravioletti, delle temperature estreme, dei carichi elevati e delle condizioni ambientali in genere. Si raccomanda di sostituire gli pneumatici almeno ogni 6 anni a partire dalla data di produzione, sebbene possa essere necessario sostituirli più frequentemente (alcune case produttrici di pneumatici raccomandano la sostituzione dopo 4 anni).

Usura
Quando il battistrada ha raggiunto un livello di circa 2 mm, gli indicatori di usura cominciano ad affiorare sulla superficie del battistrada. Come indicatore visivo compare un nastro di gomma continuo trasversale al battistrada. In Europa la legge prescrive che lo pneumatico non possa più essere usato quando il battistrada raggiunge la profondità di 1,6 mm. Si consiglia la sostituzione ben prima che questo si verifichi.La sicurezza in tenuta e frenata tende a ridursi man mano che il battistrada si usura, in particolare nella stagione invernale, con freddo e pioggia, alcuni produttori consigliano la sostituzione addirittura quando il battistrada raggiunge i 3/4 mm.
Gli pneumatici devono essere sostituiti in treni di 4. Qualora ciò non risultasse possibile, sostituire gli pneumatici a coppie (anteriori e posteriori). Quando si sostituiscono gli pneumatici, occorre sempre provvedere all’equilibratura e al controllo dell’allineamento delle ruote.

Pressione di gonfiaggio
La pressione degli pneumatici, incluso quello di scorta, deve essere controllata a intervalli regolari, utilizzando un manometro di precisione.
Eseguire il controllo della pressione solo a pneumatici freddi, dopo che il veicolo è rimasto fermo per più di tre ore. Se lo pneumatico, quando è caldo, presenta una pressione uguale a quella raccomandata per gli pneumatici freddi, vuol dire che è stato gonfiato in modo errato.
In caso sia necessario controllare la pressione degli pneumatici a caldo, si deve tenere conto che i valori risulteranno aumentati anche di 0,3-0,4 bar. In questi casi, non ridurre la pressione degli pneumatici ai valori della pressione di gonfiaggio a freddo ma lasciare raffreddare completamente gli pneumatici prima di regolarne la pressione.
Non guidare mai il veicolo se la pressione degli pneumatici non è corretta.
La pressione insufficiente causa una flessione eccessiva e un’usura irregolare degli pneumatici, riduce l’efficienza del carburante e la durata del battistrada e può influire negativamente sulla manovrabilità e sulla capacità di arresto del veicolo. Questa condizione può causare l’improvviso cedimento dello pneumatico.
Un gonfiaggio eccessivo compromette l’assetto di marcia e causa l’usura disuniforme degli pneumatici e una scarsa manovrabilità del veicolo.
Le pressioni degli pneumatici consigliate per carichi leggeri e pesanti sono indicate in un’etichetta posta alla base dell’apertura della portiera del guidatore. Durante il controllo e la regolazione della pressione degli pneumatici, tenere sempre presente il carico del veicolo.
Per alcuni modelli il quadro strumenti può essere utilizzato per la visualizzazione delle pressioni degli pneumatici a freddo per il veicolo. È possibile accedere alla tabella dei valori di pressione degli pneumatici tramite i menu Informazioni veicolo e Informazioni pneumatici. Per ulteriori informazioni. Vedere MENU QUADRO STRUMENTI.
In base alle specifiche del veicolo, è possibile che vengano visualizzati valori differenti in base alle diverse condizioni di guida, ad esempio per la guida a elevata velocità o per il trasporto di carichi ingenti.

LEGENDA

  • L’etichetta con le informazioni relative agli pneumatici si trova sul montante B del lato del guidatore.
  • Informazioni relative al carico leggero.
  • Informazioni relative al carico pesante.